La nostra casa, il nostro rifugio

In questo particolare periodo viviamo intensamente i nostri spazi.

Chi deve gestire videoconferenze, smart working, o semplicemente nuove abitudini  nate dalla necessità di stare in casa.

Da soli, con i nostri famigliari, conviventi o con qualche animale, questa forzata realtà di lunga permanenza nella nostra abitazione ha inevitabilmente evidenziato pregi e difetti della stessa.  E così, quella mensola storta è diventata più storta e il muro da imbiancare sembra più sporco. E' inevitabile! Non abbiamo più scappatoie, non ci manca il tempo, forse i materiali e i fornitori, quelli sì! Però trascorrendo più tempo dentro casa, vivendo gli spazi anche in maniera nuova, ci rendiamo conto dei suoi difetti, delle sue carenze.

Forse, alla fine di questo difficile percorso, daremo più importanza a cose che prima non consideravamo: la luce, gli spazi, i rumori.

Avere uno spazio esterno, un luogo luminoso, la possibilità di godere del sole nonostante la permanenza in casa,  ci rende più facile questa "reclusione". E' risaputo che psicologicamente la luce del sole aiuti il buonumore. Certo purtroppo non tutti hanno questa fortuna, ma inevitabilmente selezioniamo i nostri spazi privilegiandone porzioni, angoli e situazioni che ci fanno sentire bene.

Così perché non approfittarne e cominciare a valorizzarli?

Valorizzare lo spazio significa farne risaltare i pregi, le peculiarità e adattarlo alle esigenze e ai gusti di chi lo vive. Ma come fare? Certo ogni ambiente è un progetto a sé ed è difficile dare regole universali, ma bisognerebbe cominciare analizzando l'ambiente ed evidenziando quello che è veramente necessario o, come dice Marie Kondo nel suo libro "il magico potere del riordino", quello che ci trasmette emozione. Anche l'uso dei colori nell'ambiente è molto importante, ogni tinta trasmette suggestioni differenti e ... occhio agli abbinamenti! Utilizzate inoltre luci calde per rendere più accoglienti gli spazi o quelle fredde, più tecniche per dare percezione di ambiente più grande e pulito. Una buona soluzione arriva dalle luci neutre, un buon compromesso per dare tanta luce e non perdere il senso di accoglienza.

Se siete indecisi, o volete nuove idee abbiamo attivato le CONSULENZE ON LINE.

Un professionista analizzerà le immagini che ci invierete dei vostri ambienti per darvi soluzioni e indicazioni dettagliate.

Un gioco di squadra per dar valore alla tua casa!

LE GUIDE GRATUITE

Qualche tempo fa, rientrando dopo la consegna di una consulenza, constatavo come fosse stato efficace il coinvolgimento dei proprietari nella preparazione dell'immobile per la vendita sul mercato.

Chi vive una casa conosce bene i suoi pregi e i suoi difetti

Fare insieme al proprietario un vero e proprio "gioco di squadra" è una scelta vincente per ottenere il meglio dalla commercializzazione della propria casa: la nostra analisi professionale dell'immobile e la conoscenza della casa da parte di chi la abita, i nostri consigli per la preparazione e la ricerca del materiale insieme al proprietario.

Ma la soddisfazione maggiore è nel risultato raggiunto!

Minor tempo e più soldi sono gli obiettivi dei proprietari.

Ma  come far conoscere e spiegare l'importanza della preparazione della casa messa sul mercato, l'Home Staging ed aiutare chi voleva far da sé questa valorizzazione?

L'idea mi è venuta frequentando un corso di formazione; regalare una guida basata sull'esperienza di questi anni! E perché non coinvolgere anche un professionista immobiliare per "informare" al meglio anche sulla compravendita? Due guide erano la soluzione giusta!

Una amica, con la quale ho condiviso anni di appassionato e spensierato calcetto, si occupa proprio di compravendita immobiliare ed è la persona giusta. Partecipa alla nostra formazione e si unisce al progetto...si parte! L'entusiasmo ci coinvolge e il materiale che cominciamo a produrre ci travolge! Ma noi siamo due donne, esigenti e attente ai dettagli!  Le parole giuste, le foto emozionali, l'impostazione grafica e poi il marketing, la preparazione del materiale, la comunicazione sul sito, sui social ....chi si è buttato su un progetto sa quante decisioni è necessario prendere! E così da un'idea nata nell'estate del 2018 siamo arrivate ad oggi, con entusiasmo e passione costante.

L'idea è quella di informare, di far conoscere le opportunità e gli ostacoli di questo mercato.

Una GUIDA sulla VALORIZZAZIONE ed una GUIDA sulla COMMERCIALIZZAZIONE dell'immobile, dedicate a tutti, fruibili gratuitamente.

CASA TUA è UNICA, anche nel VALORE!    

VIVERE MEGLIO CON I COLORI GIUSTI

Come possiamo stabilire quali sono i colori giusti?

Mi è capitato di trovare da alcuni amici una stanza colorata di rosso vivo o pareti intere verdi bandiera. Colori che in quel modo, non avrei mai utilizzato, ma che rispecchiavano i gusti e la personalità di chi viveva quegli spazi. Come dire dunque a chi progetta la propria casa quali sono i colori più idonei utilizzare?

Fondamentalmente dipende dall'idea dell'ambiente che avete in testa ma, dopo aver valorizzato diversi ambienti con interventi di Home Staging, devo dire che la regola che applico anche per interventi di Relooking è una.

Ambiente neutro nella maggior parte delle superfici e poi l'utilizzo del colore solo in alcune parti. La scelta del colore qui è importante!

I colori si sa sono scelte personali che rispecchiano la nostra personalità, ma l'effetto che ognuno ha sulla percezione degli spazi e sulle azioni sono spesso simili nelle persone.

Può capitare di vedere una casa colorarsi con tinte forti e accese in seguito ad esperienze di viaggio o di vissuto, oppure utilizzare i colori neutri per dare armonia e calma agli ambienti. Ma l'utilizzo dei colori e l'abbinamento degli stessi è fondamentale per valorizzare gli ambienti. Nella scelta delle tinte è importante considerare i materiali presenti, l'esposizione, l'arredamento ed i complementi utilizzati e soprattutto la funzione dell'ambiente stesso.

Quindi qual'é il colore indicato per il sonno e quale per l'appetito?

E' dimostrato come il colore rosso o l'arancione aiutano e stimolano l'appetito e spesso vengono utilizzati dalle grosse aziende della ristorazione, nei loro ambienti e nella loro comunicazione.

Se vogliamo un sonno tranquillo invece il colore verde è sicuramente una scelta vincente per la nostra psiche.

Il verde infatti è un colore che favorisce la calma e la meditazione tant'é che era utilizzato nei banchi di scuola per tranquillizzare bambini.

Ogni colore crea emozioni simili nelle persone, ma la scelta del colore dipenderà sicuramente da molti fattori e dalle nostre esperienze e gusti personali. Non esiste quindi un colore GIUSTO per ogni ambiente ma sicuramente ci sono colori più adatti per le emozioni che scatenano.

E non dimentichiamoci che il progetto colore di una casa deve avere un'armonia d'insieme!

Attenzione quindi agli abbinamenti!

Le emozioni che suscitano i colori contribuiscono al benessere all'interno di una casa.

E quando entrando in casa e guardano i nostri ambienti sentiremo delle emozioni positive e soddisfazione, avremo azzeccato le nostre scelte.

Il problema del fai da te

Il nostro lavoro è quello di valorizzare gli immobili affinché se ne comprenda il suo valore. Esaminare ogni ambiente per presentarlo al meglio sovente fa emergere una organizzazione degli spazi, colori e luci non appropriate.

Gli italiani, si sa amano occuparsi personalmente dei lavoretti di casa e dell'allestimento degli interni. Una recente ricerca ha infatti evidenziato questa crescente abitudine, supportata da una informazione sul web che prima non c'era; video tutorial e forum di esperti e non  che aiutano chi vuole affrontare questi lavori ad evitare l'intervento di un professionista.

Ma è sempre così conveniente? Se si tratta di un progetto di insieme, il risultato ottenuto rispecchia l'idea dell'ambiente che vorremmo?

Ci è capitato di effettuare un intervento in un immobile prestigioso in vendita ed abitato dai proprietari. L'analisi della casa e la soluzione di intervento ha richiesto diversi giorni durante i quali sono stati trasformati i primi spazi.

La nostra sorpresa è stata quella di vedere i proprietari trasferirsi in uno degli ambienti valorizzati, perché emozionati dal cambiamento. Non era stato fatto un gran lavoro, ma il risultato inaspettato era bello.

La nostra competenza aiuta a trovare una soluzione armonica di insieme fondamentale nel fondere tutte le scelte tecniche e non di una casa.

Affidarsi ad un professionista spesso è la scelta vincente, anche come spesa!

La nostra terza pelle

L'importanza del benessere nella nostra casa

La casa in cui viviamo è il luogo di:

_ PIACERE

_ BENESSERE

_ QUALITA' DELLA VITA

E' il luogo dove riacquistiamo l’energia per affrontare i nostri impegni, le relazioni con gli altri.

Spesso ci preoccupiamo della nostra alimentazione e della qualità di ciò che indossiamo, ma abbiamo messo la stessa attenzione alla cura degli ambienti che abitiamo?

La NOSTRA CASA può essere paragonata alla nostra TERZA PELLE.

Il concetto della “terza pelle”, che sta alla base della bioarchitettura, è stato introdotto per la prima volta dall'architetto Karl Ernest Lotz nel 1975 per il quale la costruzione bioecologica di un edificio deve ricalcare il modo di funzionare del nostro organismo.

Quindi, partendo dal presupposto che il nostro corpo è permeabile e altamente traspirante, che la pelle umana ci protegge dalle aggressioni degli agenti esterni e permette gli scambi termici e l'evaporazione, dovremmo cercare di ottenere lo stesso dalla casa in cui viviamo.

Così come nella nostra "seconda pelle", gli abiti che indossiamo, cerchiamo le stesse sensazioni. La scelta dei materiali, la loro qualità permette una traspirazione ed una protezione che testiamo tutti i giorni.

Ma quanto sono veramente importanti queste considerazioni per una casa? Forse per prima cosa dovremmo chiederci:

" Ma quanto viviamo nella nostra casa?"

 Probabilmente se contiamo le ore trascorse nel nostro ambiente domestico ci accorgiamo che è proprio il luogo dove soggiorniamo di più. Trascurare la qualità dei materiali che abbiamo scelto per la nostra casa è un errore spesso più grande di quello che si crede.

A partire dalla qualità dell'aria degli ambienti che viviamo più spesso e che possono trasmettere batteri e muffe.

La bioarchitettura promuove materiali che rispondono alle esigenze qualitative, come la fibra di legno che utilizzata nella coibentazione degli edifici permette una protezione ed una traspirazione che rende salubre gli ambienti. Anche le vernici sono spesso ricavate da sostanze naturali che, oltre a rispettare l'ambiente nella loro produzione, non contengono elementi tossici che possono danneggiare la nostra salute.

Quindi non trascuriamo la nostra "terza pelle". La qualità delle scelte che facciamo influisce nel nostro benessere e nel comfort degli ambienti che viviamo!

La tua casa parla di te?

#ilvaloredellatuacasa

Ognuno ha il suo personale modo di abitare gli spazi della casa, creando il proprio ambiente, in sintonia con la propria personalità.

Ma quando entra una persona estranea  ...cosa comunichiamo a chi entra in casa?

La casa ha un’anima ed è un luogo dove esprimere la propria essenza.

Senso di accoglienza, freddezza, piacere o confusione; certo non sempre la casa rispecchia in realtà quello che vorremmo. Compromessi, fretta e difficoltà a trasformare gli ambienti sono sovente ostacoli difficili da superare.

Pensiamo al differente messaggio trasmesso da una casa disordinata, piena di oggetti personali da una organizzata e curata con attenzione. Ogni dettaglio contribuisce a creare uno spazio armonico ed equilibrato, non importa la scelta dello stile.

Il senso di accoglienza che un ambiente trasmette è frutto di elementi in armonia tra di loro, che contribuiscono a creare benessere.

La cura di un ambiente da valore ad una casa, comunica attenzione da parte di chi la abita.

Al contrario un ambiente freddo o confuso, frutto di scelte sbagliate nel suo insieme, comunica una sensazione di disagio, che respinge chi la visita.

Spesso vorremmo cambiare gli spazi, ma non sappiamo come fare.

Le trasformazioni che negli anni subiscono i nostri immobili, che coincidono sovente ai cambiamenti della nostra vita e delle nostre esigenze, non sempre vengono fatte seguendo l'armonia d'insieme che la casa deve avere.

Ed a volte basta davvero poco per trasformare un ambiente in un luogo più piacevole. L'uso dei colori, della luce, dei complementi.

La nostra guida gratuita per valorizzare gli immobili ti può aiutare! Richiedila per ottenere il meglio dal tuo immobile.

Il piacere che si prova a vivere in ambienti che ci emozionano positivamente ci fa vivere meglio!

La consulenza di Home Staging

Ascoltare il mercato serve a comprendere le esigenze dei nostri Clienti. La prima cosa che è assolutamente necessario fare è spiegare in che cosa consiste l'Home Staging ed il suo potenziale.

In un mercato come quello italiano dove la casa è sempre stata considerata un bene primario, un obiettivo da raggiungere, far vedere l'immobile come prodotto di mercato e non come casa dolce casa non è sicuramente facile.

Spesso le persone sono spaventate da una cosa che non conoscono e dalle spese, anche se piccole che si devono affrontare.

La consulenza di Home Staging, che proponiamo da dieci anni è una delle soluzioni più richieste da chi vende o affitta casa e consente ai proprietari di intervenire direttamente sull’immobile con i nostri consigli professionali.

La soluzione che presentiamo con un report scritto ed eventualmente integrato con disegni e fotografie, descrive nel dettaglio l'intervento necessario per comunicare al meglio l'immobile sul mercato. I nostri consigli riguardano tutti gli ambienti della casa, comprese le zone esterne, e forniscono soluzioni per:

_ analisi degli ambienti e potenzialità

_ soluzioni per la preparazione di ogni stanza

_ indicazione per eventuali lavori

_ organizzazione degli spazi

_ eventuale riutilizzo dell'esistente ed integrazioni

_ indicazione di luci, colori e piante per ogni ambiente

_ suggerimenti per le visite

Il sopralluogo dell'Home Stager consente di valutare attentamente gli spazi e scoprire tutte le potenzialità.

Il risultato di questa forma di intervento è comunque positivo e l’entusiasmo ed il coinvolgimento dei proprietari rende ancora più bello questo lavoro!

MILLENIALS, IL TARGET DELL'AFFITTO

In Italia rappresentano il 16% della popolazione, circa 10 milioni di persone, ma sono proprio quelli che stanno evidenziando le nuove tendenze dell’abitare.

Ma chi sono i Millenials? Sono rappresentati dalla generazione dei nati tra il 1981 e il 2000 ed in questo momento rappresentano una fetta di mercato interessante, perché in continuo movimento. Da uno studio del mercato immobiliare si è evidenziata l'inversione di tendenza verso una forma di affitto anziché acquisto della casa.

Ci si trasferisce per inseguire i propri sogni, le proprie inclinazioni, ma soprattutto le opportunità di lavoro migliori. Eurostat, nella propria ricerca “Young people on the labour market in 2016”, evidenzia una percentuale di giovani disoccupati italiani disposti a muoversi sul territorio nazionale alla ricerca di un lavoro pari al 20%. Un fenomeno destinato a crescere ulteriormente nei prossimi anni.

Più affitti, meno vendite.

Sono diverse le motivazioni che portano questa generazione a privilegiare il mercato dell’affitto.

Innanzi tutto l'incertezza del mondo del lavoro che non consente ai Millenials progetti a lungo termine e richiede invece una disponibilità allo spostamento. Questa mancanza di sicurezza nel lavoro si ripercuote anche nella formazione della famiglia che prevede più forme di convivenza e figli programmati in età più avanzata.

Anche l'aumento delle separazioni e quindi la necessità di avere due abitazioni anziché una ha evidenziato un aumento delle case in affitto rispetto alla vendita.

Queste sono alcune delle principali motivazioni che rispecchiano una società più flessibile e dinamica, con famiglie che si creano in tempi differenti dal passato.

Quale deve essere la risposta del mercato?

Saper comprendere il target dell’immobile e adattare la casa alle esigenze del mercato sono alcune delle azioni fondamentali che rendono efficace il nostro intervento.

Un target giovane, attento all'estetica e alla comunicazione emozionale ha necessità di una presentazione di effetto, con uso appropriato di colori ed elementi di arredo. Anche la creazione di spazi dedicati che considerano i nuovi modi di vivere la casa devono essere creati negli allestimenti e nella preparazione dell'immobile.

Soprattutto nell'affitto è stata dimostrata l'efficacia di una comunicazione più attenta e dedicata al target che richiede l'utilizzo dei nuovi strumenti tecnologici e un'attenta cura dei dettagli.

L'Home Staging, con la cura attenta dei dettagli ed una comunicazione d'effetto è sicuramente una soluzione efficace a queste nuove esigenze!

IL BOOM DEL TURISMO

Il settore della ricettività, con il suo complesso di strutture, vale il 10% del PIL e dà lavoro a circa un milione di persone.

In aggiunta a questi dati, nell'editoriale di un giornale del settore immobiliare, si conferma che la strada che l’Italia deve intraprendere, oltre a mirati investimenti, è quella di riqualificare le strutture turistiche esistenti, oggi non valorizzate.

Il Piemonte e soprattutto Torino hanno visto in questi anni un aumento notevole del turismo da diverse parti del mondo. Si parla di varie forme di turismo, come quello in espansione del ciclo turismo.

Le nuove esigenze del mercato

A fronte di questo aumento di richieste sono nate sul mercato diverse strutture ricettive che non sono sempre preparate all'accoglienza. E' soprattutto la qualità degli immobili e la carenza di alcuni servizi che evidenziano le difficoltà di una regione che si è sviluppata soprattutto sull'industria e sull'agricoltura.

Saper creare e gestire un struttura ricettiva richiede una preparazione sia delle persone che della struttura stessa.

Purtroppo in Italia sovente ci si improvvisa e vediamo, anche nelle zone centrali del capoluogo, immobili malamente presentati e servizi improvvisati.

Il potenziale del patrimonio del nostro territorio è molto alto e spesso gli stessi proprietari non si rendono conto del loro valore. Dare la possibilità, anche con modesti investimenti di ottenere il meglio dal settore turistico è il nostro lavoro.

Spesso un professionista sa consigliare sulle azioni giuste, dal restyling della struttura a semplici azioni di comunicazione come la fotografia professionale e gli allestimenti emozionali. E a volte basta davvero poco!

La tecnica dell'emozione

Si svolgerà il 7 novembre a Torino la giornata formativa che parla di Home Staging e turismo.

L'esigenza di un settore in espansione come quello turistico che richiede una comunicazione differente dal passato unita al nuovo marketing sensoriale hanno dato vita a nuovi servizi e tecniche.

Quando dobbiamo scegliere un luogo dove andare in vacanza, tendiamo a lasciarci guidare dall'emozione, dalla voglia di abbandonarci e coccolarci e cerchiamo in ogni proposta una risposta a queste esigenze.


L’aspetto emozionale quando parliamo di vacanze  riveste un’importanza notevole e le fotografie dei luoghi che desideriamo visitare sono il primo approccio con essi.

Per questo noi dobbiamo essere in grado non solo di catturare l’interesse dei visitatori online, ma di farli innamorare a “PRIMA VISTA” ed aumentare così le prenotazioni.

Ma la risposta a tutto questo non è solamente una fotografia professionale che si limita ad immortalare al meglio la struttura ricettiva.

Spesso la stessa struttura si trova impreparata a questa comunicazione, a partire dalla piscina magari sporca o da una villa molto bella, ma fredda nella sua presentazione.

L'Home Staging in questo caso, abbinato alla fotografia professionale è sicuramente la soluzione migliore.

Questa tecnica di marketing, nata per gli immobili che vengono venduti o affittati va ovviamente adattata alla situazione.

L'architetto Caterina Zangirolami, dopo aver frequentato la nostra formazione ha fatto proprio questo.

Negli ultimi anni si è specializzata nel settore turistico diventando referente di una importante società che si occupa di turismo per gli immobili di pregio.

E' nata così la proposta di raccontare questa esperienza e il suo metodo che lei ha chiamato LA TECNICA DELL'EMOZIONE.

Nel suo corso Caterina vi farà comprendere come i suoi interventi hanno successo anche con semplici metodi. Nell'incontro verranno presentati esempi concreti e dati reali che testimoniano l’alto potenziale di questo settore e le possibili trasformazioni efficaci del patrimonio immobiliare italiano.