L'Home Staging non è sempre rose e fiori

In un era dove la comunicazione è veloce,  la semplicità del messaggio è decisamente importante per dare quel vantaggio competitivo, soprattutto in contesti concorrenziali. E il mercato immobiliare, con il periodo di crisi ha inevitabilmente aumentato in questi anni la concorrenza.

La presentazione di un immobile sul mercato lo sappiamo, è fondamentale!

Un immobile bello o comunque già appetibile ha solo necessità di piccoli interventi emozionali che diano quel piccolo input che lo metta in evidenza.

intervento di Home Staging su nuove costruzioni (foto Patrizia Galliano)

Lo vediamo in molti interventi di Home Staging pubblicati, con foto accattivanti e spazi ben organizzati.

Ma cosa fare quando, nella maggior parte dei casi, ci troviamo di fronte ad immobili decisamente più problematici?

L'immobile occupato, con i proprietari che aspettano di vendere per trasferirsi o la casa che ha assoluta necessità di una ristrutturazione. Magari spazi piccoli e difficili.

Inoltre l'intenzione di lasciare un immobile sovente ci fa abbandonare l'idea di continuare a curarcene con la stessa intensità. Quindi, le case spesso troppo personalizzate, vengono anche inevitabilmente trascurate.

Valorizzare un immobile in questo caso richiede un lavoro ben più ampio di quello materiale, ma diventa anche psicologico.

I proprietari conoscono la loro casa, spesso contenitore delle loro emozioni e della vita vissuta, quindi con un valore aggiunto decisamente emotivo.

Ma vendere casa richiede anche un distacco emozionale non indifferente in questo caso, perché vederla come gli altri la vedono non è facile!

consulenza di Home Staging su immobile abitato

E' proprio qui che è necessario applicare correttamente tutte le regole e fare le giuste considerazioni.

E' su questi casi che viene fuori la bravura di un professionista che fa Home Staging.

Sempre con la fondamentale regola di ottenere il massimo con la giusta spesa!

E la maggiore soddisfazione per noi è proprio quella di ottenere quel vantaggio competitivo che in questi casi risulta ancora più evidente! (qui molte volte l'effetto WOW dei proprietari è assicurato! ; )

Da alunna a docente, vi racconto la mia esperienza!

Ricordo come se fosse ieri, quel giorno in cui decisi di frequentare, nell’oratorio vicino casa, il mio primo corso di fotografia; poi gli anni alle superiori trascorsi nei laboratori e nelle camere oscure, in cui sviluppavo i miei negativi e stampavo le mie prime foto.

La fotografia è ormai cambiata, forse molti di voi, non hanno mai preso in mano un rullino o un negativo… Beh! Anch’io nel frattempo sono cambiata, la mia vita ha preso tante e diverse strade, sono diventata mamma di due bambini straordinari ed ho fatto esperienze in diversi campi lavorativi...

Improvvisamente però tutte le competenze che ho acquisito negli anni si sono unite e quella forte passione che si era nascosta in fondo ad un cassetto, è riemersa e adesso è diventata il mio lavoro, quello che io ho scelto x me, la fotografia!

Certo non è semplice, il lavoro da freelance è faticoso, ma ciò che conta è la costanza, lo studio continuo, la voglia di fare e di innovare!

Altra cosa per me fondamentale e che fa davvero la differenza, è “seguire il mercato”, ascoltare le esigenze e i bisogni dei potenziali clienti, farsi notare per la propria unicità e semplicità, senza voler essere la copia di qualcun altro, ma ascoltando semplicemente il proprio istinto.

Questo ad esempio mi ha portato a capire che il mio soggetto preferito sono le CASE! Altra mia grande passione!

Naturalmente anche gli immobili prima di essere fotografati hanno bisogno di un bel vestito e di un curato make-up, hanno bisogno insomma di essere preparati con un set ben studiato e mirato.

Così qualche hanno fa ho deciso di frequentare un corso di formazione di 5 giornate in THS Torino Home Staging; inizialmente mi aveva incuriosito perché includeva proprio la giornata dedicata alla fotografia d'interni, ma poi mi ha aperto gli occhi su nuove realtà e possibilità. Già nella formazione e poi successivamente ho sperimentato in prima persona questa nuova tecnica di marketing immobiliare, l'Home Staging!

Ho imparato concretamente ad allestire e preparare un immobile per la vendita e l'affitto ed ho compreso quanto tutto questo sia fondamentale nella fotografia immobiliare.

Inoltre ho preso molti spunti dalla giornata dedicata ai social, sempre inclusa nel corso che scelsi; ho creato il mio sito da zero e le mie pagine social in autonomia, dando vita al mio brand “Photo sweet home”, questo mi ha aiutato a farmi conoscere e da qui sono arrivati anche diversi lavori.

https://www.photosweethome.it/

Durante la formazione ho inoltre avuto la possibilità di fare la conoscenza di nuove e belle persone, figure professionali che come me credono e amano il proprio lavoro: due agenti immobiliari, Francesca e Giuliana, con cui adesso collaboro costantemente.

Le docenti Nadia, Deborah e Caterina mi hanno sempre supportato ed aiutato con consigli utili per i preventivi e i lavori successivi che si sono presentati, oltre che a commissionarmi loro stesse alcuni lavori.

Inoltre recentemente sono stata invitata a partecipare, questa volta come docente di fotografia, proprio ad un corso di formazione THS Torino Home Staging; questo è stato per me un successo enorme... da alunna a docente!

La giornata pratica del corso di Home Staging

Insomma ho imparato che il lavoro di squadra e le sinergie possono davvero aiutarci a spingerci oltre!

Insomma ho imparato che il lavoro di squadra e le sinergie possono davvero aiutarci a spingerci oltre!

Oggi posso contare un centinaio di servizi fotografici realizzati per agenzie, privati e piccole medie imprese, nei quali ho messo in pratica esperienza, home staging, fotografia e anche video! Certo non si smette mai di imparare, per questo esiste la formazione continua, e non mi piace nemmeno darmi un'etichetta, non mi sento una fotografa o una home stager professionista, sento di fare ciò che mi piace ed è questo che conta!

Avrete quindi capito che mi metto in gioco ogni giorno, anche se spesso con molte insicurezze e i mille quesiti, che solo noi donne sappiamo porci.

L’importante però è affrontare la paura, quella di sbagliare, perché è solo dopo averla superata che diminuiscono le insicurezze e aumentano le esperienze, quelle che ci fanno crescere e di pari passo crescono le competenze ed anche i nuovi clienti 😉

Se ci sforziamo di allargare la nostra zona di confort, le possibilità diventano infinite”

(cit. di chi mi supporta e sopporta ogni giorno, mio marito)

Erika Gentile

ASCOLTA IL MERCATO

comprendi i cambiamenti

proponiti in maniera EFFICACE!

Per rispondere, se non addirittura anticipare le esigenze di mercato è necessario saper ascoltare e valutare i cambiamenti . Nell'era della globalizzazione ci troviamo in un mercato attento, informato e aggiornato in cui ciò che fa la differenza non è solo più la capacità del venditore, ma sono tutte le fasi del processo di commercializzazione ad essere curate.

In Italia la maggior parte dei professionisti immobiliari è convinta che l'acquisto o l'affitto di un immobile sia fatto con soli parametri economici , mentre sappiamo che il consumatore non considera solo il prezzo ma valuta attentamente la qualità ed è molto condizionato dalla presentazione della casa.

Lo vediamo in tante trasmissioni americane che il ritorno di investimento di alcuni lavori sugli immobili portano grandi vantaggi anche in termini economici.

Ma l'effetto WOW che in America si ottiene sovente dopo ristrutturazioni importanti , nel nostro Paese non è sempre fattibile. Il mercato difficilmente paga questi lavori con un maggior prezzo di vendita,  ed è importante fare le giuste considerazioni per non rischiare di perderci.

Così la nuova figura dell'Home Stager (o nuovo servizio per chi è già un professionista del settore) consente proprio di fare queste considerazioni per presentare al meglio un immobile sul nostro mercato.

Anche gli stessi strumenti utilizzati per valorizzare la casa non sono uguali ed è fondamentale comprenderne al meglio l'utilizzo nelle differenti situazioni che si propongono.

L'Home Staging è sicuramente un intervento che migliora la casa, ma è fondamentalmente una tecnica di marketing e quindi segue parametri diversi dall'interior design. Non sono sempre necessarie grandi spese o allestimenti completi degli ambienti.

La capacità di questa nuova figura è proprio quella di comprendere le azioni necessarie, indispensabili per valorizzare gli ambienti senza fare di più!

... neanche di meno! E' vero che a volte basta poco per migliorare gli ambienti, ma se la valorizzazione non è abbastanza importante l'immobile non riesce a comunicare tutto il suo potenziale e probabilmente non riuscirà ad ottenere il meglio.

L'Home Stager deve fare le giuste mosse e dare soluzioni che ottengano il massimo con il minimo investimento.

Non ci si può improvvisare!! La formazione che tutti noi abbiamo seguito prima di proporci sul mercato è stata fondamentale per comprendere le fasi di intervento e le opportunità.  Fare le scelte sbagliate porta spesso ad un risultato negativo.

Quindi valutiamo sempre ogni azione per dare le giuste soluzioni. E soprattutto non lavoriamo al ribasso! Valorizzare l'immobile fa guadagnare i proprietari e dà un tangibile valore aggiunto alla casa. Il nostro intervento, anche se si tratta solo di una consulenza, deve essere giustamente ripagato.

Se vuoi saperne di più e comprendere il valore della nostra formazione e le tue potenzialità sul mercato, contattaci.

ASCOLTA LA TUA PASSIONE

Nella nostra vita è fondamentale avere e coltivare delle passioni; è una cosa che ci fa sentire vivi, che ci da emozioni positive.

In ognuno di noi ci sono delle passioni nascoste, che non sempre coincidono con il nostro percorso nella vita. Compromessi, paura o semplicemente la scelta di strade diverse non ci permette di fare ciò che ci piace veramente.

Ma l'assoluta necessità di sentirci bene spesso ci fa fare, anche nei  momenti di libertà quello che ci appassiona di più.

Nella nostra formazione incontriamo molte persone che vogliono proporsi nel mondo del lavoro in maniera differente o semplicemente vogliono dare voce a quello che più gli piace. Persone con professioni diverse, che vogliono cambiare o cercano lavoro e vogliono una occasione e gli strumenti giusti per farlo.

L'Home Stager è sicuramente una nuova professione in Italia, ancora poco conosciuta nonostante la nostra esperienza di insegnamento sia già di dieci anni.

La valorizzazione immobiliare è ancora poco utilizzata; molti immobili vengono presentati male sul mercato e non sempre riescono ad ottenere il meglio con la loro commercializzazione. La preparazione del prodotto per il mercato è fondamentale, soprattutto considerando che la casa viene scelta anche attraverso le emozioni.

Chi si avvicina a questa professione ha una fondamentale passione per la casa, per il suo allestimento e per il buon gusto che questa deve trasmettere. Già durante le lezioni di teoria vediamo accendersi la luce negli occhi delle persone, che vedono la possibilità di dare sfogo alla propria passione, creando un business.

Ma è nella giornata pratica che si da il meglio di sé, che si trasmette tutto l'entusiasmo.

E quando troviamo qualcosa nel nostro percorso di vita che ci piace veramente, che ci diverte, che ci fa stare bene lo comunichiamo anche attraverso il nostro lavoro.

Ne è un esempio Caterina (https://www.ihomeyou.it/), che trasporta letteralmente i proprietari in un percorso emozionante che fa vedere la casa attraverso occhi diversi. O Sara (https://www.keyestate.it/)  che travolge con entusiasmo ed una preparazione curata il mercato immobiliare così come Valeria (http://valeriamura.it/), Matteo e Sonia (https://www.puntocasaimmobiliare.eu/), Lidia (https://www.larotondaimmobiliaregenova.it/) e molti agenti immobiliari che noi chiamiamo "illuminati" come Roberto (https://www.ateleon.it/). Così come Elena (https://www.feelathomestaging.it/) o Erika (https://www.photosweethome.it/) che hanno saputo valorizzare al meglio le loro competenze e offrono professionalità a questo nuovo mercato.

Questi sono solo alcuni esempi di intraprendenti professionisti che abbiamo avuto il piacere di conoscere nei nostri corsi.

Sono tante le persone che hanno dato voce alla propria passione, trovando i giusti compromessi con questo difficile mercato e soprattutto mettendo entusiasmo in quello che fanno.

Proprio in questo periodo molti rientrano al lavoro. Orari, impegni, obblighi tornano ad essere all'ordine del giorno...Se dentro di te c'è una passione nascosta che ancora non ha trovato la sua strada ricorda quello che diceva Walt Disney:

Qual'è la differenza tra un sogno e un obiettivo?

                                       

Una data!

Il passo decisivo è portare il progetto nella vita di tutti i giorni.

Non spazi vuoti ma ambienti ricchi di contenuto

Quando si apre la porta di un immobile vuoto, anche se in ottime condizioni, le persone devono immaginare come si trasformerà per le proprie esigenze per comprenderne tutto il potenziale.

Purtroppo solo una piccola parte delle persone riesce a visualizzare il cambiamento e l'allestimento di uno spazio vuoto; spesso proprietari o i professionisti immobiliari che lo presentano, raccontano a parole come possono essere utilizzati gli spazi e questo certo può aiutare, ma non ha assolutamente lo stesso impatto emozionale di un Home Staging. L'intervento di valorizzazione immobiliare degli spazi vuoti è senza dubbio più facile da creare, tenendo ovviamente conto di tutti i parametri richiesti, ma può essere costoso. L'utilizzo in alcuni casi degli arredi in cartone può dare risultati sorprendenti.

PRIMA

Proprio negli ultimi progetti realizzati per un costruttore abbiamo avuto la possibilità di utilizzarli, in alcune parti degli allestimenti.

DOPO

Gli immobili da allestire erano due ristrutturazioni di pregio visto che il costruttore è un professionista molto attento alla qualità dei materiali e delle tecnologie utilizzate. Lo stesso infatti, conoscendo il valore aggiunto offerto da una presentazione sul mercato degli immobili con l'Home Staging, si è rivolto a noi per gli allestimenti.

Certo non è stato facile reperire tutto il materiale occorrente, viste le difficoltà di questo ultimo periodo, ma mascherina sul viso e tanta pazienza e in due settimane abbiamo realizzato il lavoro.

Abbiamo coinvolto una ragazza che aveva da poco frequentato i nostri corsi ed aveva dimostrato capacità ed entusiasmo nella giornata pratica. E' proprio durante la formazione che comprendiamo le caratteristiche di chi si iscrive, soprattutto durante l'esercitazione pratica in un appartamento preso in affitto.

SI FANNO ACQUISTI ...

Il lavoro dunque comprendeva due immobili differenti, nuovi e da inserire in breve tempo sul mercato. Target giovane per il primo appartamento e tinte cromatiche più vivaci per avvicinarci ai gusti dei potenziali acquirenti.

In questo contesto l'utilizzo di alcuni elementi in cartone è stato molto indicato ed ha permesso di valutare attentamente gli spazi.

Così gli arredi della cucina, divano e letti sono stati montati e allestiti facilmente, consentendo anche un risparmio di tempo e... di fatica! La praticità di questi elementi è notevole e, sapientemente allestiti e integrati con altri elementi e complementi danno un buon risultato. Certo è opportuno sapere quando sia meglio utilizzarli.

LA ZONA CONVERSAZIONE

Abbiamo scelto colori differenti, organizzato il grande spazio della zona giorno creando uno spazio cucina ed uno conversazione. L'illuminazione è stata studiata per evidenziare meglio alcuni elementi e creare una atmosfera più confortevole in alcuni ambienti.

NUOVI COLORI PER IL LETTO

Il risultato è piaciuto e la fatica di un allestimento fatto in un giorno è stata ripagata dal risultato!

L'Home Stager fase 2

Si riparte!

Piano piano le attività riprendono ed anche i progetti lasciati in sospeso devono essere conclusi. La stagione è assolutamente giusta per presentare al meglio un immobile, specie se hai una parte esterna e puoi godere delle fioriture di stagione. E poi in questo periodo, dopo quello che abbiamo passato, probabilmente le persone valutano più attentamente le case e gli spazi da vivere, quindi occorre presentare l'immobile al meglio.

Tra le varie soluzioni presentate ai nostri clienti una ora è particolarmente urgente. Un progetto che riguarda le nuove costruzioni e l'allestimento di appartamenti in vendita.

E così ci siamo attivati e per questo progetto collaboriamo con una delle nostre ultime corsiste, Erika che entusiasta si è buttata nella preparazione di questa valorizzazione. Guanti, mascherina e disinfettante ed è partita l'avventura!

Le code sono da tenere in considerazione per una valutazione dei tempi!!

I fornitori ovviamente hanno subito i ritardi dovuti a questo ultimo periodo di blocco e così le nostre scelte progettuali su arredi e complementi si sono dovute adeguare. Certo l'Home Stager sa che la scelta deve sottostare a determinate regole e non sempre si ha la possibilità di acquistare ciò che si vuole.

"Troppo caro! Non rientriamo nel budget." è una delle tipiche esclamazioni nei nostri giri per reperire materiali. Conoscere quindi posti nuovi, oltre ai noti fornitori, qualche volta è fondamentale. Bisogna certo stare attenti anche ai costi dei trasporti, alle ore che passiamo a reperire i materiali. E così la nostra ricerca e i nostri acquisti sono iniziati e prossimamente, con una logistica ben studiata, inizieremo gli allestimenti.

STAY TUNED!

Vi racconteremo questo nuovo progetto di Home Staging!  

La nostra casa, il nostro rifugio

In questo particolare periodo viviamo intensamente i nostri spazi.

Chi deve gestire videoconferenze, smart working, o semplicemente nuove abitudini  nate dalla necessità di stare in casa.

Da soli, con i nostri famigliari, conviventi o con qualche animale, questa forzata realtà di lunga permanenza nella nostra abitazione ha inevitabilmente evidenziato pregi e difetti della stessa.  E così, quella mensola storta è diventata più storta e il muro da imbiancare sembra più sporco. E' inevitabile! Non abbiamo più scappatoie, non ci manca il tempo, forse i materiali e i fornitori, quelli sì! Però trascorrendo più tempo dentro casa, vivendo gli spazi anche in maniera nuova, ci rendiamo conto dei suoi difetti, delle sue carenze.

Forse, alla fine di questo difficile percorso, daremo più importanza a cose che prima non consideravamo: la luce, gli spazi, i rumori.

Avere uno spazio esterno, un luogo luminoso, la possibilità di godere del sole nonostante la permanenza in casa,  ci rende più facile questa "reclusione". E' risaputo che psicologicamente la luce del sole aiuti il buonumore. Certo purtroppo non tutti hanno questa fortuna, ma inevitabilmente selezioniamo i nostri spazi privilegiandone porzioni, angoli e situazioni che ci fanno sentire bene.

Così perché non approfittarne e cominciare a valorizzarli?

Valorizzare lo spazio significa farne risaltare i pregi, le peculiarità e adattarlo alle esigenze e ai gusti di chi lo vive. Ma come fare? Certo ogni ambiente è un progetto a sé ed è difficile dare regole universali, ma bisognerebbe cominciare analizzando l'ambiente ed evidenziando quello che è veramente necessario o, come dice Marie Kondo nel suo libro "il magico potere del riordino", quello che ci trasmette emozione. Anche l'uso dei colori nell'ambiente è molto importante, ogni tinta trasmette suggestioni differenti e ... occhio agli abbinamenti! Utilizzate inoltre luci calde per rendere più accoglienti gli spazi o quelle fredde, più tecniche per dare percezione di ambiente più grande e pulito. Una buona soluzione arriva dalle luci neutre, un buon compromesso per dare tanta luce e non perdere il senso di accoglienza.

Se siete indecisi, o volete nuove idee abbiamo attivato le CONSULENZE ON LINE.

Un professionista analizzerà le immagini che ci invierete dei vostri ambienti per darvi soluzioni e indicazioni dettagliate.

Un gioco di squadra per dar valore alla tua casa!

LE GUIDE GRATUITE

Qualche tempo fa, rientrando dopo la consegna di una consulenza, constatavo come fosse stato efficace il coinvolgimento dei proprietari nella preparazione dell'immobile per la vendita sul mercato.

Chi vive una casa conosce bene i suoi pregi e i suoi difetti

Fare insieme al proprietario un vero e proprio "gioco di squadra" è una scelta vincente per ottenere il meglio dalla commercializzazione della propria casa: la nostra analisi professionale dell'immobile e la conoscenza della casa da parte di chi la abita, i nostri consigli per la preparazione e la ricerca del materiale insieme al proprietario.

Ma la soddisfazione maggiore è nel risultato raggiunto!

Minor tempo e più soldi sono gli obiettivi dei proprietari.

Ma  come far conoscere e spiegare l'importanza della preparazione della casa messa sul mercato, l'Home Staging ed aiutare chi voleva far da sé questa valorizzazione?

L'idea mi è venuta frequentando un corso di formazione; regalare una guida basata sull'esperienza di questi anni! E perché non coinvolgere anche un professionista immobiliare per "informare" al meglio anche sulla compravendita? Due guide erano la soluzione giusta!

Una amica, con la quale ho condiviso anni di appassionato e spensierato calcetto, si occupa proprio di compravendita immobiliare ed è la persona giusta. Partecipa alla nostra formazione e si unisce al progetto...si parte! L'entusiasmo ci coinvolge e il materiale che cominciamo a produrre ci travolge! Ma noi siamo due donne, esigenti e attente ai dettagli!  Le parole giuste, le foto emozionali, l'impostazione grafica e poi il marketing, la preparazione del materiale, la comunicazione sul sito, sui social ....chi si è buttato su un progetto sa quante decisioni è necessario prendere! E così da un'idea nata nell'estate del 2018 siamo arrivate ad oggi, con entusiasmo e passione costante.

L'idea è quella di informare, di far conoscere le opportunità e gli ostacoli di questo mercato.

Una GUIDA sulla VALORIZZAZIONE ed una GUIDA sulla COMMERCIALIZZAZIONE dell'immobile, dedicate a tutti, fruibili gratuitamente.

CASA TUA è UNICA, anche nel VALORE!    

VIVERE MEGLIO CON I COLORI GIUSTI

Come possiamo stabilire quali sono i colori giusti?

Mi è capitato di trovare da alcuni amici una stanza colorata di rosso vivo o pareti intere verdi bandiera. Colori che in quel modo, non avrei mai utilizzato, ma che rispecchiavano i gusti e la personalità di chi viveva quegli spazi. Come dire dunque a chi progetta la propria casa quali sono i colori più idonei utilizzare?

Fondamentalmente dipende dall'idea dell'ambiente che avete in testa ma, dopo aver valorizzato diversi ambienti con interventi di Home Staging, devo dire che la regola che applico anche per interventi di Relooking è una.

Ambiente neutro nella maggior parte delle superfici e poi l'utilizzo del colore solo in alcune parti. La scelta del colore qui è importante!

I colori si sa sono scelte personali che rispecchiano la nostra personalità, ma l'effetto che ognuno ha sulla percezione degli spazi e sulle azioni sono spesso simili nelle persone.

Può capitare di vedere una casa colorarsi con tinte forti e accese in seguito ad esperienze di viaggio o di vissuto, oppure utilizzare i colori neutri per dare armonia e calma agli ambienti. Ma l'utilizzo dei colori e l'abbinamento degli stessi è fondamentale per valorizzare gli ambienti. Nella scelta delle tinte è importante considerare i materiali presenti, l'esposizione, l'arredamento ed i complementi utilizzati e soprattutto la funzione dell'ambiente stesso.

Quindi qual'é il colore indicato per il sonno e quale per l'appetito?

E' dimostrato come il colore rosso o l'arancione aiutano e stimolano l'appetito e spesso vengono utilizzati dalle grosse aziende della ristorazione, nei loro ambienti e nella loro comunicazione.

Se vogliamo un sonno tranquillo invece il colore verde è sicuramente una scelta vincente per la nostra psiche.

Il verde infatti è un colore che favorisce la calma e la meditazione tant'é che era utilizzato nei banchi di scuola per tranquillizzare bambini.

Ogni colore crea emozioni simili nelle persone, ma la scelta del colore dipenderà sicuramente da molti fattori e dalle nostre esperienze e gusti personali. Non esiste quindi un colore GIUSTO per ogni ambiente ma sicuramente ci sono colori più adatti per le emozioni che scatenano.

E non dimentichiamoci che il progetto colore di una casa deve avere un'armonia d'insieme!

Attenzione quindi agli abbinamenti!

Le emozioni che suscitano i colori contribuiscono al benessere all'interno di una casa.

E quando entrando in casa e guardano i nostri ambienti sentiremo delle emozioni positive e soddisfazione, avremo azzeccato le nostre scelte.

Il problema del fai da te

Il nostro lavoro è quello di valorizzare gli immobili affinché se ne comprenda il suo valore. Esaminare ogni ambiente per presentarlo al meglio sovente fa emergere una organizzazione degli spazi, colori e luci non appropriate.

Gli italiani, si sa amano occuparsi personalmente dei lavoretti di casa e dell'allestimento degli interni. Una recente ricerca ha infatti evidenziato questa crescente abitudine, supportata da una informazione sul web che prima non c'era; video tutorial e forum di esperti e non  che aiutano chi vuole affrontare questi lavori ad evitare l'intervento di un professionista.

Ma è sempre così conveniente? Se si tratta di un progetto di insieme, il risultato ottenuto rispecchia l'idea dell'ambiente che vorremmo?

Ci è capitato di effettuare un intervento in un immobile prestigioso in vendita ed abitato dai proprietari. L'analisi della casa e la soluzione di intervento ha richiesto diversi giorni durante i quali sono stati trasformati i primi spazi.

La nostra sorpresa è stata quella di vedere i proprietari trasferirsi in uno degli ambienti valorizzati, perché emozionati dal cambiamento. Non era stato fatto un gran lavoro, ma il risultato inaspettato era bello.

La nostra competenza aiuta a trovare una soluzione armonica di insieme fondamentale nel fondere tutte le scelte tecniche e non di una casa.

Affidarsi ad un professionista spesso è la scelta vincente, anche come spesa!